Screen Shot 2014-07-31 at 10.44.49“Quando ero bambino si organizzavano i giochi senza frontiere e ricordo di aver vissuto delle grandi emozioni a prendervi parte, poi non sono stati più organizzati. Per questo, qualche anno fa, seppur in maniera diversa, ho voluto riproporre quell’evento, affinché i bambini potessero provare quelle emozioni che all’epoca ho provato io. Da qui trae origine il Campagna Village”. Non nasconde l’emozione Alfonso Paoletta, ideatore e direttore artistico del Campagna Village, giunto alla quarta edizione, nel parlare della sua “creatura” e nel ricordare gli inizi di questa avventura. Gli occhi gli si illuminano, davanti a lui i ricordi di quando da giovanissimo prendeva parte ai giochi senza frontiere lasciano poi spazio, pur senza svanire, a quello degli inizi del Campagna Village, anzi dello Sport Village, così come si chiamava alle prime edizioni.

Un momento di condivisione, di aggregazione, di festa, di divertimento, incentrato quasi totalmente sui bambini e le loro famiglie: questo il target anche per la quarta edizione della manifestazione, che avrà luogo dal 26 al 28 agosto in piazza Mercato, al Quadrivio di Campagna. Per tre giorni i bambini e le famiglie saranno assoluti protagonisti delle attività del Campagna Village: “Come ogni anno tutte le attività sono pensate per i bambini e per le loro famiglie – continua Alfonso Paoletta – gli show coking, le degustazioni, i momenti ludici, i tornei sportivi, i convegni, tutto è stato pensato per loro, perché il Campagna Village è rivolto ai giovanissimi e diventerà sempre più un evento per i giovanissimi”.

La quarta edizione è alle porte e si continua a lavorare per la tre giorni in piazza Mercato, ma il pensiero è già alla quinta edizione: “Questa quarta edizione rappresenta una svolta importante – aggiunge Alfonso Paoletta – in quanto le nostre attività si concentrano ulteriormente sui giovanissimi. Vogliamo che siano partecipi e non spettatori delle iniziative: dall’anno prossimo, poi, ci saranno importanti cambiamenti e noi dello staff stiamo già lavorando anche alla quinta edizione del Campagna Village”.

Il telefono continua a suonare, l’ufficio è invaso da depliant, volantini, programmi, locandine, magliette, appunti sui post it, penne che non scrivono a portata di mano, penne che scrivono sulla scrivania più lontana. Dopo aver tirato un sospiro di sollievo, Alfonso Paoletta conclude: “Grazie a tutto lo staff del Campagna Village, grazie ai partner che con il loro sostegno rendono possibile l’evento. Vi aspettiamo tutti al Quadrivio di Campagna”.